Home / Video News / Protestano i portieri delle scuole in Piazza del Campidoglio: no agli sfratti per i pensionati

05/10/2009 ore 17.46

  •  stampa
  •  invia per e-mail

Protestano i portieri delle scuole in Piazza del Campidoglio: no agli sfratti per i pensionati

Associazione nazionale dei portieri
delle scuole elementari e medie in protesta, in piazza del
Campidoglio, contro lo sfratto esecutivo che incombe su alcuni
rappresentanti della categoria ora in pensione. Circa 1300 a
Roma le persone impiegate nelle scuole come portieri.  Durante
il servizio questi impiegati possono abitare appartamenti messi
a disposizione all'interno dell'edificio scolastico presso il
quale lavorano. Ma una volta in pensione, devono trovare
un'altra sistemazione. Così, "molti dei nostri colleghi -
racconta Giuseppe Polimeni - sono stati raggiunti dallo sfratto
esecutivo proprio in questi giorni. E se l'amministrazione
comunale non interviene, non sapranno dove andare". Polimeni ha
anche fatto sapere di aver firmato un accordo con l'assessore
capitolino alla Casa, Alfredo Antoniozzi lo scorso 23 gennaio.
"L'accordo - ha spiegato - prevedeva che i portieri in pensione
potevano restare nelle loro case pagando un'indennità, fino a
quando il Comune di Roma non avesse provveduto a fornire loro
un'altra soluzione alloggiativa. Ma questa bozza di delibera non
è stata firmata".
I portieri hanno denunciato un altro problema. Quello della
tassa rifiuti che, nel loro caso dovrebbe essere pagata
dall'istituto scolastico "visto che noi abitiamo in alloggi di
servizio". Invece, "molti portieri hanno accumulato un debito
con l'Ama di circa 4000 euro. Debito - prosegue Polimeni - che
ha provocato il fermo amministrativo da parte della Gerit: l'Aci
non ci fa più il bollo della macchina e non possiamo circolare".
I portieri torneranno a manifestare in Campidoglio giovedì.
"Siamo stanchi di essere presi in giro", hanno concluso.

Programmi

Amici Animali


Inviateci le vostre segnalazioni foto,video e testimonianze sui nostri amici animali.